Da Tremonti all’Alba (Parietti)

Felice Hallowìn a tutti.

Oggi, 1 novembre, è la festa di Tutti i Santi. Domani, ‘finalmente’, sarà la festa di tutti i morti – i quali, come amo ricordare spesso, oggi, sono meno dei vivi: ovvero sono vive più persone di quante ne siano morte nella storia dell’uomo. La festa delle Streghe, quella dei Santi e quella dei Morti non potrebbero aver avuto tempismo migliore, quest’anno. Perché tutti noi – e per noi tutti intendo ‘le persone normali’ –  abbiamo una certa cera biancastra quando accendiamo il telegiornale o ascoltiamo il giornale radio, oppure leggiamo il quotidiano, o visitiamo un sito di notizie, o parliamo con gli amici, oppure facciamo semplicemente progetti per il futuro: per ognuna di queste azioni, oggi, dovremmo accendere un cero. Un cero enorme, vorrei aggiungere. Ecco perché ad Hallowìn, avevo deciso di travestirmi da Tremonti – e parlo proprio del ministro, non della bandiera della Slovenia – perché quest’anno è proprio gente come lui l’eroe della festa, ma mi mancava un’accompagnatrice che fosse abbastanza in carne da essere ‘femmina’ e interpretare, per esempio, la Carfagna o la Parietti, quindi mi sono travestito da nulla – il che è molto semplice perché non bisogna fare nulla e spegnere il cervello, ma nel mio caso basta la prima. Oggi Hallowìn, una festa anglosassone per tradizione, è di casa qui da noi in Italia, da un lato per l’eccezionale successo mediatico che ha avuto la celebrazione dell’orrido negli scorsi anni, dall’altro perché non c’è posto al mondo in cui troverebbe un contesto più adeguato per manifestarsi in tutte le sue potenzialità: Infatti, per celebrare la famosissima festività della zucca, avevamo iniziato il 29 novembre con la Leopolda, dove politici e scrittori, poeti e trovatori si sono radunati, muniti di iQualcosa, per definire il nuovo manifesto del Radicalchichismo. Poi, il 30, a seguito di una rosea – ma per rimanere in tema diremo ‘crisantemica’ – giornata finanziaria in cui la borsa italiana chiudeva in pari solo perché era domenica, il Minisrto La Russa annunciava di aver acquistato quindici – 15 – maserati ‘blu’ per i generali dell’esercito. Il trentutno, lunedì, la borsa riapriva con un bel ribasso del cinque percento. Oggi, festa di tutti i santi, aggiunge un punto e perde il 6. Domani e la festa dei morti, finalmente.

Felice Hallowìn a tutti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>