UE: Unione Esclusione

La ‘Comunità Economica Europea’ si convertiva in ‘Unione Europea’ il 7 febbraio 1992, quando i paesi che aderivano al sodalizio commerciale sottoscrivendo il celeberrimo Trattato di Maastricht, costituivano la Grande Europa. Tutti tranne uno: la Svizzera. “Unione Europea”, per molti dei cittadini, non significava, e non significa tuttora, solamente ‘moneta unica’, ma aveva un significato più ampio di condivisione delle risorse per essere più forti insieme; aiutare i più deboli col disavanzo dei più forti, costruire anche politicamente un’istituzione che avrebbe guidato i paesi ad una decisione uniforme su molti aspetti del continente. Ma significava soprattutto condivisione delle risorse. Si da il caso che ci sia un piccolo staterello, proprio nel centro dell’Europa, che ha declinato l’invito alla tavolata comunitaria degli stati. Non vi sembra un po’ strano che proprio la Svizzera, proprio quel paese che piccolo com’è e linguisticamente vario abbia rifiutato l’ingresso in Comunità Europea? Una piccola ‘Nazione Meltinpot’ delle genti europee che dovrebbe ricavare soltanto benefici dalla condivisione delle frontiere. Non vi sembra strano che il Forziere d’Europa se ne stia ancora abbarbicato su quelle quattro montagne, sconfinando effettivamente in quattro stati diversi? Non vi sembra riduttivo affermare che ‘ricchi come sono non gli conviene condividere’? Sarebbe questa la motivazione?? Bè forse bisognerebbe rivoltare il calzino e accorgersi che dentro ci sono delle sorprese. Forse è più corretto dire che l’Unione Europea ha condiviso la povertà dei cittadini di quegli stati che ne fanno parte. I ricchi continuano a condividere la loro ricchezza mantenendola al fresco nei forzieri svizzeri: invece di lasciare a disposizione delle banche europee i loro ‘risparmi’, “puntelarle” come si dice oggi, le utilizzano con il semplice scopo di fare soldi per poi immagazzinarli, ben al sicuro dalla fiscalità comunitaria, nei forzieri montani della nazione alpina.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>